Corso di Archeologia | Presentazione - CORSO DI ARCHEOLOGIA 2015/16

CORSO DI
ARCHEOLOGIA
2016-17

sito di Sandro Caranzano

Vai ai contenuti

Menu principale:





ARCHEOLOGIA

Sandro Caranzano


Dallo scavo alla «ricostruzione».

Archeologia dell’Egeo e della Grecia antica.





​​Fondazione Università
Popolare di Torino
Anno accademico 2016-17




Sede del corso:

Palazzo Campana - Torino

Orario del corso:

Ogni martedì sera alle ore 21.00



mail: sandrocaranzano@to-unip.it
oppure: sandrocaranzano@gmail.com

CorsoArcheologiaPresentazione
______________________

Presentazione ufficiale
del corso 2016-2017
presso la sede
dell'Università Popolare
______________________


Presentazione del corso 2016-17


ARCHEOLOGIA

Sandro Caranzano

Dallo scavo alla «ricostruzione».

Archeologia dell’Egeo e della Grecia antica.


La storia dell’arte e l’archeologia di molte civiltà del mondo antico sono purtroppo rimaste legate ad immagini stereotipate e ripetitive che rischiano di rappresentare una vera e propria caricatura della realtà: è il caso dell’immaginifico mondo funerario etrusco, della Grecia degli opliti di Maratona, degli antichi Romani instancabili costruttori di archi ed acquedotti, o dei Fenici commercianti intraprendenti e levantini.

Benché tali immagini fumettistiche si siano radicate su un fondo di realtà, l’evolversi degli studi storici, archeologici e scientifici hanno permesso di ricostruire in modo più accurato e stimolante il lungo processo di evoluzione e la varietà di influssi culturali, etnici e filosofici che hanno contribuito alla costituzione dell’identità degli antichi popoli del Mediterraneo. Nel caso specifico delle culture dell’Egeo, la straordinaria fioritura della civiltà minoica dovrà essere studiata tenendo in considerazione gli stretti rapporti commerciali intrattenuti dai palazzi di  Festo e di Cnosso con l’Asia minore e soprattutto con l’Egitto faraonico, mentre il formarsi della civiltà micenea non potrà essere affrontato senza tenere in considerazione l’esperienza degli Hyksos e i rapporti intrattenuti con le grandi civiltà metallurgiche dell’Europa centrale ad essa coeve.

Nel caso poi della fioritura della civiltà greca - successiva al cosiddetto medioevo ellenico -  le moderne ricerche basate sullo scavo stratigrafico, le indagini di laboratorio, gli studi di genetica, nonché l’ampliarsi degli orizzonti di studio e di scambio culturale derivanti dall’allargarsi dei nostri confini mentali (grazie al potenziarsi dei mezzi di comunicazioni mediatici, ma anche semplicemente fisici), ci permette finalmente di riscrivere la storia delle città stato della Grecia antica a partire dalle loro fase formativa fino alla loro maturità e decadenza con la conquista romana della Grecia.

Il corso si propone come una serie di seminari che proporranno i risultati delle più recenti ricerche presso i siti chiave dell’antico Egeo, partendo dall’età minoica fino ad arrivare all’ellenismo. I temi trattati, di volta in volta, saranno quelli reputati più adatti per fornire una “visione” delle grandi trasformatori culturali avvenute in un dato specifico periodo storico: si partirà pertanto dalla pietrificazione del tempio avvenuta in età arcaica (studiandone le implicazioni di carattere simbolico, strutturale e architettonico), per procedere con una riflessione sulla diffusione delle tipologie architettoniche legate al mondo dello sport e dell’espressione atletica dell’individuo; analogo spazio sarà riservato agli edifici legati al governo della città, soprattutto nel cruciale periodo di passaggio tra il governo oligarchico, le tirannidi e le prime forme di sperimentazione democratica.

L’archeologia permetterà poi di approfondire alcune tematiche legate alla ritualità religiosa e allo sviluppo dei cosiddetti Misteri (una categoria legata unicamente alla religiosità greca) effettuando alcune escursioni nel mondo dello sviluppo tecnologico avviatosi  in età classica e messo a fuoco in età ellenistica nelle grandi scuole seleucide e tolemaica, innanzitutto la Biblioteca di Alessandria. Questa serie di conferenze sarà supportata da immagini ricostruttive, foto di scavo, dalla esposizione di oggetti ritrovati dagli archeologi che possono fornire un supporto visuale capace di fissare nella memoria i concetti espresso; il corso poi, data la sua articolazione la complessità, verrà supportato da una ricca biografia che verrà fornita di volta in volta a lezione e sul sito web: essa permetterà agli studenti di approfondire e focalizzare gli stimoli ricevuti durante il corso con calma e concentrazione a casa.

 




Torna ai contenuti | Torna al menu